You are currently viewing Come trasportare il cane in auto in sicurezza

Come trasportare il cane in auto in sicurezza

Chi dice che i nostri cani debbano trovare un alloggio in strutture adeguate o addirittura rimanere a casa quando passiamo del tempo fuori città? I nostri amici a quattro zampe possono benissimo essere trasportati ovunque noi desideriamo, basta avere le giuste conoscenze e attenzioni.

La legge italiana prevede che i quadrupedi vengano messi in apposite gabbiette o contenitori, oppure nel vano posteriore dell’auto diviso da una rete metallica o simili.

Consigli utili

Nel nostro paese il trasporto di un cane è regolato da leggi. Il mancato rispetto di quest’ultime potrebbe costarci molto caro: dai 68 ai 275 euro circa, con l’aggiunta della decurtazione di un punto sulla patente. Il codice della strada, infatti, non vieta di trasportare uno o più animali con sé, ma bisogna armarsi di gabbiette e reti metalliche.

Ad ogni modo, l’opportuna sistemazione dell’animale nella nostra auto è importante non solo perché in tal modo si rispetta la legge, ma anche per la nostra sicurezza personale e per Fido stesso. Mentre siamo alla guida un cane potrebbe facilmente distrarci. Negli Stati Uniti almeno il 5% degli incidenti mortali o gravi dipendono da questa negligenza.

Come trasportare un cane in auto

I modi per trasportare il nostro amico a quattro zampe sono almeno tre:

  1. Il trasportino
    Sicuramente il mezzo più efficace e diffuso, anche se il cane necessita di un piccolo addestramento per abituarsi a questa idea. I nostri pelosetti sono esattamente come noi e può anche capitare che siano claustrofobici. Per abituarlo a tale soluzione si potrebbe prima di tutto iniziare a metterci dentro delle gustose crocchette: in tal modo il cane assocerà la gabbietta a qualcosa di piacevole e gustoso.
  2. La cintura di sicurezza per cani
    Questa particolare imbracatura si attacca alla cintura di sicurezza a tre punti già presente in auto. Ovviamente bisogna stare attenti a comprare la cintura adatta al nostro cane: più grande sarà Fido e più grande sarà la cintura.
  3. Rete divisoria
    La rete divisoria risulta il mezzo più efficace ed economico, ma anche quello meno stressante per il cane. Basta applicare una semplice rete metallica tra il portabagagli ed i sedili posteriori dell’auto e il gioco è fatto: il nostro cagnolone avrà uno spazio ben distinto e un’ottima visuale di ciò che lo circonda (il che non guasta mai, specie per i cani lupo).

Solo un po’ di buon senso

Come si è accennato, bisogna educare il cane a viaggiare in auto ma ancor prima, ad educarlo all’idea dell’auto: renderla il più familiare possibile.

In primo luogo è consigliabile far passare al nostro amico peloso un po’ di tempo nel nostro mezzo di trasporto, magari col suo giocattolo preferito e con i motori spenti. In secondo luogo si può cominciare ad azzardare in sua compagnia qualche giretto dell’isolato e così via. Vedrete che il nostro amico con l’andar del tempo non farà neanche più differenza tra un’auto a motori accesi ed un’altra a motori spenti.

È opportuno oltremodo far viaggiare il cane a digiuno se non vogliamo qualche scherzetto, magari sui rivestimenti dei sedili appena cambiati. Quando finalmente sarà diventato anche un nostro fedele compagno di viaggio, porteremo con noi dell’acqua e faremo delle frequenti soste, giusto il tempo per fargli sgranchire le zampette.

Lascia un commento